ASSEGNAZIONE PUNTI

ASSEGNAZIONE PUNTI. Criteri e Tabella

La composizione della tabella per l’Assegnazione dei punti delle Case presenta queste novità per il nostro sistema educativo:
  • nel rispetto dell’autonomia del Centro educativo e dell’autonomia della Scuola si cerca di unire i due aspetti (educativo e scolastico) perché così è la vita di ogni figlio e perché così richiede il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca con la Scuole delle Competenze;
  • valorizza e stimola docenti e educatori a ‘leggere’ il positivo / la risorsa / il talento che c’è nella vita di ogni figlio; senza per questo essere troppo superficiali sugli sbagli, gli errori, le fatiche, ma ricomprendendoli dentro un orizzonte educativo più ampio;
  • con questo sistema l’educazione non si risolve solo nella relazione studente-docente; ma studente-docente-casa, rendendo così più efficace ogni intervento;
  • la griglia tiene sullo sfondo come base la SCHEDA EDUCATIVA e ne amplia il senso;
Per scegliere questi indicatori e motivazioni è stato importante fare riferimento al profilo di studente e di uomo che noi vogliamo far crescere, quali caratteristiche deve avere. Intanto incominciamo a elencare questi aspetti dello studente sacra famiglia:
  • con una testa ben fatta
  • con un cuore capace di pulsare al ritmo della vita
  • con un corpo che entra in relazione, dialogo e collaborazione con tutti
  • simpatico, ringraziante e pieno di fiducia nella vita
  • cristiano
ASSEGNAZIONE PUNTI / CASE
risvegliare l’uomo
Nota di merito da +1 a +3
Nota di demerito da -1 a – 3
INDICATORI
Il nostro sistema educativo punta a valorizzare il positivo/la risorsa/la luce che c’è nel cuore di ogni figlio. La nota di merito viene data per un’azione al dsopra di quanto solitamente richiesto e aver mostrato un comportamento consapevole.
Il nostro sistema educativo considera l’errore come l’altra faccia della verità. Quindi lo evidenzia in vista però di un miglioramento. La nota di demerito viene data per un’azione che indichi un regresso nel percorso di formazione; di agire senza consapevolezza o peggio, agire in malafede.
RISPETTO DELLA PERSONA e DELLE PERSONE
COMPORTAMENTO SOCIALE. capacità di relazionarsi e di gestire le proprie emozioni
  • Essere sereno con se stesso, sorridere
  • Essere educati con gli insegnanti e gli educatori
  • Aiutare un compagno in difficoltà / Fare un dono a chi ne ha bisogno (dire grazie)
  • Offendere verbalmente un compagno/un insegnante.
  • Procurare un dolore fisico a un compagno, Dire le bugie, essere invidioso
  • Disattendere le indicazioni degli insegnanti e degli educatori
IMPEGNO E PARTECIPAZIONE IN CLASSE
IMPEGNO E PARTECIPAZIONE
capacità di applicazione e diligenza nell’esecuzione
capacità di intervenire in modo costante e pertinente
  • Collaborare alla buona riuscita della lezione
  • Distrarsi, giocare o disturbare durante le ore di lezione
RISPETTO DELLE REGOLE
RISPETTO DELLE REGOLE
comprensione, interiorizzazione e rispetto delle regole
  • Rispettare e far rispettare le regole della scuola
  • Trasgredire le regole della scuola.
PROGRESSI/MIGLIORAMENTI
AUTONOMIA
Autosufficienza e indipendenza nello svolgimento delle consegne assegnate in ambiente scolastico
  • Trova una soluzione intelligente all’ostacolo
  • Migliora il proprio rendimento scolastico
  • Diminuisce le dimenticanze
  • Si rassegna di fronte a un ostacolo
  • Peggiorare il proprio rendimento scolastico
  • Aumentare le dimenticanze
USO DEI MATERIALI
E AMBIENTI SCOLASTICI
UTILIZZO MATERIALE
Capacità di autonomia nella gestione del materiale
  • Tenere con cura i materiali e gli ambienti della scuola.
  • Danneggiare un ambiente o un materiale di proprietà della scuola.
  • Non custodire con cura il proprio zaino, l’iPad e il suo contenuto.
  • Dimenticare materiale scolastico per 3 o più volte.
In base alla rilevanza dell’atteggiamento, l’insegnante stabilisce il punteggio da assegnare entro questi limiti: -3,-2,-1, +1, +2, +3
ASSEGNAZIONE PUNTI SCUOLA EDUCATORI / Tornei di squadra
Gli educatori assegnano punti:
  • NEI TORNEI DI SQUADRA
Suddivisioni: 1-2 primaria; 3-4-5 primaria; 1-2-3 sec
  1. Ogni casa può avere più di una squadra (per avere maggiori possibilità di fare punti)
  2. Ogni squadra deve essere composta dallo stesso numero di ragazzi pari età. Quindi le sostituzioni vanno fatte tra coetanei.
  3. A fine torneo andranno 4 punti al 1°, 3 punti al 2°, 2 punti al 3°, 1 punto al quarto
  4. In ogni partita ci sarà il miglior giocatore (1 punto) e il giocatore più corretto (1 punto)
  5. Per i tornei di calcio ci sarà la classifica marcatori (3 punti al 1°, 2 punti al 2°, 1 punto al 3°)
  • NEI TORNEI SINGOLI (PING PONG, CALCIOBALILLA ECC…)

Ogni ragazzo rappresenta la sua casa e porta punti in base a come si classifica: 4 punti al 1°, 3 punti al 2°, 2 punti al 3°, 1 punto al quarto

  • IN MENSA ogni giorno verranno assegnati punti a seconda dell’impegno indicato. In mensa ogni giorno verrà fatta una classifica che affronta ogni giorno un tema:
    • Lunedì: ordine delle tavolate
    • Martedì: mangiare tutto senza sprecare
    • Mercoledì: comportamento
    • Giovedì: casa più organizzata e coesa
    • Venerdì: la miglior casa in generale
ASSEGNAZIONE PUNTI SCUOLA GENITORI
Il nostro desiderio, come Comunità educante, è quello di favorire uno stile di partecipazione e clima di fiducia tra famiglie e scuola per la buona crescita dei vostri figli ci spinge sempre più a <coinvolgere> anche voi in questa entusiasmante esperienza. Tutto questo lo avevamo già annunciato alla Festa e ora lo vogliamo realizzare.
Progetto. Tutti i genitori degli studenti della Scuola (dalla scuola dell’Infanzia, passando per la Primaria e la Secondaria) potranno portare <punti> della Casa del proprio figlio.
Come? DISTINGUENDOSI PER UN COMPORTAMENTO e/o ATTEGGIAMENTO POSITIVO e COSTRUTTIVO.
Alcuni esempi. Nella vita della nostra Scuola abbiamo cercato di individuare alcuni esempi concreti. Riceveranno punti quei genitori che
  • faranno crescere coesione tra genitori, e con i figli;
  • dimostreranno una collaborazione costruttiva/positiva negli eventi della scuola;
  • si prenderanno cura dei più piccoli o dei figli degli altri (vi ricordate di quel papà che alla festa ha fatto alcuni dei giochi con una delle nostre alunne, che non più il papà?);
  • parleranno in modo costruttivo, positivo, solare, per migliorare la qualità della vita della scuola a favore degli studenti;
  • saranno portatori di parole cariche di gioia, speranza e solidarietà… ;
  • … e tanti altri esempi che potranno accadere nella vita della scuola.
I <fatti positivi> saranno presentati anche a tutti gli studenti, per trasmettere loro le cose belle che gli adulti sanno fare.
Chi darà i punti? I punti saranno assegnati insindacabilmente dagli Angeli silenti (p. Antonio, p. Luca, p. Sergio) e i <fatti positivi> potranno essere loro presentati da Insegnanti, Educatori o addirittura da genitori.
Una precisazione. Come in ogni buona azione educativa abbiamo scelto la strada di non evidenziare ciò che viene trasgredito (togliendo punti), ma di promuovere e valorizzare ciò che viene fatto di buono e costruttivo (quindi assegnano punti). Certi che accoglierete con simpatia questa stimolante proposta che ha solo l’intento di far crescere le nostre relazioni e la qualità della vita delle nostre famiglie, vi salutiamo cordialmente.
Ipotesi punti per lavori di gruppo
Nell’incontro con i coach delle Case è nato lo spunto di inserire anche nei lavori di gruppo la suddivisione in case e di stilare una classifica in base al rendimento e allo spirito di gruppo.
Essendo però nell’anno 0 delle CASE DELLA SACRA FAMIGLIA si potrebbe, almeno per adesso, utilizzare le case per la suddivisione nei gruppi e dare, a discrezione del docente, 1 punto in più ai ragazzi che mostrano più impegno nel lavoro svolto o a quelli che riescono a mantenere il gruppo compatto senza escludere nessuno. Questo per non rischiare di trasformare il compito svolto, che già viene valutato con un voto dai docenti, in un torneo.
Dopo questa esperienza per l’anno prossimo possiamo capire se stilare o no una classifica anche in base a criteri ben definiti: possibilità di stilare una classifica, o dare una valutazione singola, da 0 a 3, a ogni lavoro.
<per i lavori di gruppo i docenti, soprattutto alla primaria, hanno stilato ogni volta una classifica utilizzando i punteggi dei tornei e della mensa (4,3,2,1). Quindi secondo mepotremmo andare avanti su questa strada visto che a dato buoni frutti e modificare il file nella parte dei lavori di gruppo inserendo questo come criterio da utilizzare per tutti>.